Comunità Montana Alto Tanaro Cebano Monregalese

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Monasterolo Casotto

Comune di Monasterolo Casotto

E-mail Stampa PDF

Indirizzo: P.zza S. Antonio, 1
Telefono: 0174/329125
Fax: 0174/329549
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
E-mail certificata: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Sito internet: -
Popolazione: 112
Altitudine minima: 700
Altitudine massima: 950

Un’antica iscrizione ritrovata presso la chiesa di San Colombano attribuisce origini romane al piccolo comune di Monasterolo Casotto, il cui nome va comunque attribuito ad un monastero di frati Benedettini che qui si insediarono nel XII secolo.

L’aggiunta di “Casotto”, dal nome del torrente che ne solca la valle, risale al 1862, quando un Regio decreto concesse ai Comuni della Provincia di Cuneo la facoltà di adottare un nuovo nome.

In quell’occasione venne anche adottato un nuovo stemma che raffigura una chiesa addossata ad un monastero su cui si erge una torre bianca, contornati da due rami di agrifoglio.

La storia di Monasterolo Casotto vede passarne la proprietà dal Conte di Bredolo a quello di Alba ed al Marchese di Ceva (su disposizione del Marchese Bonifacio di Savona che aveva diviso gli stati nel 1142). I Signori di Monasterolo abitarono il Castello, ormai distrutto, presso il torrente Feia, castello che fu sede di dazio e di giustizia durante la sanguinosa “Guerra del Sale”.

I territori furono contesi fra il Marchese di Ceva e la corte Sabauda, dopodiché anche gli abitanti di Monasterolo parteciparono alle varie guerre di liberazione che interessarono il Piemonte prima e l’Italia in seguito con i conflitti mondiali.

Durante il regime fascista il Comune fu annesso a quello di San Michele Mondovì fino al 1947, quando gli fu nuovamente riconosciuta l’autonomia.

Attualmente il paese è diviso in due borgate, la Sottana a 735 m. di quota e la Soprana a 824 m. A metà strada sorge la chiesa parrocchiale costruita all’inizio del 1900 per unificare le due precedenti parrocchie: quella di San Bernardo in borgata Soprana e quella si S. Antonio in borgata Sottana. E’ dedicata ai Santi Giacomo e Giovanni e mantiene la campana che era stata della chiesa di San Bernardo.

Su un’altura oltre la borgata Soprana è arroccato il Santuario di S. Colombano, costruito intorno al 1000 dai monaci benedettini che lo dedicarono a questo santo di origine irlandese, fondatore della vita monastica nel regno di Francia nel VII sec. Nelle Valli Monregalesi San Colombano era raffigurato come un soldato romano, forse per simboleggiare il forte legame tra azione religiosa e politica dei monasteri.

La chiesa attuale è formata da due corpi di epoca differente: uno longitudinale più antico ma di datazione incerta, con campanile incorporato e uno a pianta quadrata, barocco (1645). Nel corso degli anni sono state apportate alcune modifiche alla struttura, in ultimo, nel 1884, fu rifatto il porticato con tetto a vista dell'attuale facciata. All’interno sono ancora visibili quadretti ex-voto a testimonianza della devozione al Santo, mentre all’esterno vi è l'antica "Conca" o "Arbi", una pietra scavata ad incavo dove si raccoglieva liquido oleoso che pare avesse proprietà miracolose.

In quell’occasione venne anche adottato un nuovo stemma che raffigura una chiesa addossata ad un monastero su cui si erge una torre bianca, contornati da due rami di agrifoglio.

Ultimo aggiornamento Lunedì 26 Settembre 2011 10:59  


In primo piano

In data 30 maggio 2016 è stato pubblicato il Bando per il Servizio Civile Nazionale Volontario. La scadenza per la presentazione delle domande è fissata per giovedì 30 giugno 2016 ore 14.00.

Per informazioni Bandi 2016 del Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, delle Regioni e Province autonome: http://www.gioventuserviziocivilenazionale.gov.it/dgscn-news/2016/5/bando-ordinario-2016.aspx

Per la Regione Piemonte: Bando per la selezione di 824 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale

http://www.serviziocivile.gov.it/menusx/bandi/selezione-volontari/bandoord2016/bando-piemonte/

Per la Provincia di Cuneo: http://www.provincia.cuneo.gov.it/servizio-civile-nazionale/2-bando-2016

GIOVEDì 16 GIUGNO 2016 alle ore 15.00

presso il CENTRO INFORMAGIOVANI si svolgerà un incontro pubblico per la presentazione dei progetti di Servizio Civile Nazionale Volontario che si stanno avviando sul territorio locale:

L’Unione  Montana delle Valli Mongia e Cevetta Langa Cebana  Alta Val Bormida è l'ente di attuazione del progetto "L’INFORMAGIOVANI CAMBIA IL TERRITORIO":

  • numero volontari: 2
  • ambito: Educazione e promozione culturale
  • sede: Unione Montana delle Valli Mongia e Cevetta Langa Cebana  Alta Val Bormida - Sportello Unico Sociale - Località San Bernardino via Case Rosse n. 1 - CEVA
  • referente: ARDISSONO Anna Maria
  • E-mail: anna.ardissono@vallinrete.org - tel 0174/705614
  • requisiti obbligatori: diploma di scuola secondaria di secondo grado e patente B

L’Unione Montana Alta Val Tanaro e l’Unione Montana delle Valli Monregalesi sono enti di attuazione del progetto “Un occhio all’ambiente”:

  • numero volontari: 4 (due per sede)
  • ambito: ambiente/salvaguardia e tutela di parchi e oasi naturalistiche
  • sede: Unione Montana Alta Val Tanaro – Ufficio Tecnico Agrario – Villa Gobbi via Al Santuario n. 2 - GARESSIO
  • referente: CANOVA Debora
  • E-mail: unimontgaressio@vallinrete.org - tel 0174/81321
  • sede: Unione Montana Valli Monregalesi – Ufficio Tecnico e Protezione Civile – Via Roma n. 1 – SAN MICHELE MONDOVI’
  • referente: PENSA Luciana
  • E-mail: unimontvico@vallinrete.org - tel 0174/705600 –cell. 333/3064000
  • requisiti obbligatori: assolvimento obbligo scolastico e patente B

Il Comune di Ceva è sede di attuazione del progetto “PICCOLE BIBLIOTECHE SI DIFFONDONO NELLA GRANDA”

  • numero volontari: 1
  • ambito: Patrimonio artistico e culturale/Cura e conservazione biblioteche
  • sede: Biblioteca di Ceva -  via Pallavicino n. 11 - CEVA
  • referente: GONELLA Giorgio
  • E-mail: biblioteca.comunale@comune.ceva.cn.it - tel 0174/704043
  • requisiti obbligatori: diploma di scuola secondaria di secondo grado

In allegato relative schede sintetiche.