Comunità Montana Alto Tanaro Cebano Monregalese

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Home Nucetto

Comune di Nucetto

E-mail Stampa PDF
Indice
Comune di Nucetto
Festa del Cece
Tutte le pagine

Indirizzo: Via Nazionale, 75
Telefono: 0174/74112
Fax: 0174/74092
E-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
E-mail certificata: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Sito internet: www.nucetto.net
Popolazione: 442
Altitudine minima: 430
Altitudine massima: 762

Nucetto è il primo centro che si incontra nell'Alta Val Tanaro provenendo da Ceva. Situato in una conca ricca di verde attraversata dal fiume, è stretto da due versanti montani che decrescono verso la zona collinare cebana.

Il luogo, per l'abbondante presenza di noci e di noccioli, era già noto ai romani come Nucetis. Il territorio, che apparteneva agli Aleramici, venne compreso nel 1142 nel Marchesato di Ceva. Diversi i Signori che ebbero giurisdizione sul feudo fino al 1535, anno in cui venne ceduto ai Savoia.
Di interesse storico e naturalistico è la parte alta del paese dove, in Frazione Villa, sorgono i resti del Castello che appaiono imponenti all'ingresso della Val Tanaro e che evocano il passato glorioso di questo antico maniero oggi messo in sicurezza e visitabile all'esterno.

Sempre in Frazione Villa sorgono la Chiesa dei Santi Cosma e Damiano, ormai sconsacrata, la Cappella di S. Bernardo che contiene una pregevole tela del 1639 raffigurante la Madonna del Rosario e quella dedicata a S. Lucia.

Dal centro abitato si possono intraprendere piacevoli passeggiate tra i boschi e le aree prative che circondano Nucetto, con la possibilità di inoltrarsi in boschi di castagni, pini e abeti. Nel tragitto che mette in collegamento Nucetto a Bagnasco si può accedere a una vecchia miniera di lignite fossile. Costeggiando le pendici occidentali del Bric Pagliano si incontrano diversi gruppi di case sparse che formano la regione Garbenna, caratterizzata dall'ottima esposizione a mezzogiorno. Dalla frazione Villa si può intraprendere un'altra interessante escursione tra castagneti secolari in direzione di Battifollo dove resistono i ruderi del Castello di Battifollo.



Ultimo aggiornamento Lunedì 31 Ottobre 2011 12:12  


In primo piano

Il Progetto“Come-te”, realizzato dall’Unione Montana delle Valli Mongia e Cevetta Langa Cebana – Alta Valle Bormida tramite il Servizio Socio-Assistenziale, con  il contributo della  Fondazione CRC  e la partnership di numerose istituzioni e associazioni locali, propone un percorso formativo intitolato Le vertigini dei naviga(n)ti rivolto in particolare a genitori, operatori sociali e sanitari ed educatori sui temi legati alle fasi della  preadolescenza e dell’adolescenza.

Gli incontri che si svolgeranno alle ore 21.00 presso la sala del Cinema “G.Borsi” di Ceva,  vogliono essere un’occasione di approfondimento e confronto con specialisti di consolidata esperienza a livello nazionale, per affrontare al meglio le sfide educative che coinvolgono direttamente la comunità e alle quali non possiamo non rispondere se vogliamo essere punti di riferimento per i nostri ragazzi. Di seguito è possibile scaricare la locandina dell’evento.